rodin2
François-Auguste-René Rodin nasce a Parigi il 12 novembre del 1840 e si spegne a Meudon, cittadina a sud ovest di Parigi, il 17 febbraio del 1917, tre giorni dopo la morte della compagna Rose Beuret.

Bocciato all’esame d’ingresso dell’Accademia, frequentato la scuola di arti decorative e nel 1864 entra a far parte dell’atelier dello scultore A.Carrier – Belleuse come decoratore. Nello stesso anno presenta al Salon di Parigi la scultura «L’uomo dal naso rotto», che però viene rifiutata.

Nel 1871 si trasferisce a Bruxelles dove esegue varie commissioni pubbliche e produce sculture di gusto neoclassico secondo la moda del tempo.

Decisiva per la sua formazione è il viaggio in Italia che compie nel 1875, per approfondire la conoscenza di Michelangelo. Da questo momento Rodin cambia definitivamente il modo di concepire la scultura e avanza velocemente in una direzione di totale rinnovamento dell’arte plastica. Manifesto di questo periodo sarà la celebre «Porta dell’Inferno». Importante è anche la nuova concezione che porterà nella sbozzatura dei marmi, coll’ormai celebre linguaggio del “non finito”.

Dal 1900, con la grande mostra personale dell’Alma a Parigi, la fama di Rodin è ormai consolidata non solo in Europa ma in tutto il mondo.

Nel 1916 nomina lo stato francese come suo unico erede. Nell’atelier parigino, l’Hôtel Biron, nel 1919 apre il Musée Rodin che da allora tutela studia e promuove l’opera del grande scultore.

Contattaci per maggiori informazioni