Il mondo sta cambiando velocemente, e oggi è più che mai determinante scegliere un percorso di studi che dia un titolo spendibile sul mercato del lavoro.

Alcune professioni rimarranno, e saranno necessari sempre più addetti. Altre ancora saranno delle novità: secondo un report del World Economic Forum, tra i bambini che oggi iniziano la scuola, ben il 65% svolgerà un mestiere che, ad oggi, non esiste.

Gli ambiti saranno fondamentalmente tre: tech, cambiamenti climatici, invecchiamento della popolazione.

Nel mondo della tecnologia e di internet si apriranno molte opportunità, in primis per persone con le competenze per analizzare e gestire moli di dati in continua crescita.

La figura del data scientist sarà sempre più richiesta e trasversale a vari rami.

Lo specialista dei dati, proveniente da un corso di studi STEM (acronimo che indica una laurea in ambito scientifico – tecnologico, come economia, ingegneria e scienze), è un professionista in grado di ricavare report e informazioni utili da grandi quantità di dati.

Grande importanza avranno anche gli specialisti in cyber security, fondamentali in un mondo sempre più connesso.

Con una formazione informatica di alto livello, l’esperto in sicurezza digitale è fondamentale per la protezione di siti istituzionali, dati sensibili e infrastrutture.

Saranno in crescita anche le figure dedicate al commercio e al marketing online: lo shopping online è destinato a una crescita inarrestabile, e saranno necessari esperti di e-commerce che abbiano le competenze per gestire logistica, approvigionamenti e assistenza clienti, oltre ai social media manager, in grado di curare la comunicazione con il pubblico tramite i social network.

Gli atenei stanno recependo la necessità, e sono già attivi presso varie università corsi di laurea in Digital Marketing, per formare i comunicatori del domani.

Il riscaldamento globale creerà la necessità di nuove figure professionali, i cosiddetti green jobs.

I settori sono numerosi, ed eterogenei.

Grande spazio avrà il ramo del riciclo, dove serviranno tecnici operatori e ingegneri specialisti nella gestione e nel riciclaggio di rifiuti. Un altro tema di primo piano sarà quello energetico, dove troveranno spazio esperti in gestione dell’energia ed ingegneri con formazione specifica in progettazione delle energie rinnovabili.

Sempre in campo ingegneristico, occorreranno ingegneri ambientali, in grado di valutare l’impatto umano sull’ecosistema, oltre a biologi e tecnici di monitoraggio ambientale.

Infine, il trend dell’invecchiamento della popolazione, in particolare in Europa e Nord-America, renderà sempre più richieste una serie di figure sanitarie e assistenziali specializzate nel trattamento delle patologie geriatriche, oltre che nella cura e nel sostegno alla terza età.

Saranno necessari operatori socio-sanitari per ospedali e case di riposo, fisioterapisti, personale infermieristico e medici geriatri, oltre a specialisti dell’assistenza domiciliare.

In generale, comunque, il settore medico e paramedico offrirà buone prospettive occupazionali, specialmente per dentisti, igienisti e tutte le professioni tecnico – sanitarie.